Domenico Sciajno

Nato a Torino e residente a Palermo (Italia), Domenico Sciajno ha studiato ‘Composizione strumentale ed elettronica ‘ e Contrabbasso presso il ‘Royal Conservatory ‘ di Den Haag in Olanda.

Sciajno è uno sperimentatore di lunga data coinvolto nel mondo della musica digitale e delle arti. Il suo interesse per l’improvvisazione combinata con le influenze di una formazione accademica ha portato la sua ricerca verso le possibilità creative di interazione tra strumenti acustici, fattori di indeterminazione e la loro elaborazione in tempo reale attraverso dispositivi elettronici o computer.
L’ampio spettro della sua esperienza lo porta molto vicino al concetto di performance, dove utilizza testi ed elettronica in combinazione con un uso coreografico dello spazio scenico e con la proiezione di immagini realizzate da lui stesso.

Le sue composizioni e le esibizioni audiovisive uniscono materiale visivo e sonoro con una prospettiva del tutto personale e innovativa. Nel linguaggio di Sciajno, registrazioni ambientali e processi generati dal computer coesistono in rapporti sinergici, aprendo la porta ad un mondo immaginario in cui la complessità e la semplicità si alternano e si combinano in una simbiosi affascinante e astratta.
Dal 1992 è presente come interprete , improvvisatore e compositore nei maggiori festival internazionali di musica e arti multimediali come, tra gli altri , Ars Electronica ( Linz), Transmediale ( Berlino), Donaueshingen Miziktagen ( Germania ), Musique Action ( Nancy ), Experimental Intermedia ( New York ), Electrofringe ( Newcastle – Australia), Gaudeamus Music ( Amsterdam), CalArts Festival ( Los Angeles).

Ha tenuto conferenze e seminari in alcuni dei più rinomati e qualificati istituti e in facoltà di tutto il mondo, tra gli altri : Ecole des Beaux Arts ( Nantes ), DAMS ( Torino ), Polytechnic Institute ( Troy NY ), Harvestwork ( New York ), la scuola d’arte SAIC ( Chicago), Sidney Conservatorium , RMIT University ( Melbourne ), Royal College of Art ( Londra), DMARK Univ. (Limerick ), CalArts ( Los Angeles). Dal 2004 ha un incarico di docente di Musica elettronica nei Conservatori italiani ed attualmente insegna presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino.

Le sue produzioni musicali sono documentate da etichette internazionali di musica sperimentale ed elettronica.

Ha sviluppato installazioni interattive e audio visive per gallerie d’arte e mostre e luoghi prestigiosi come: Gibellina Nuova ( Italia ) , Museo Burri ( Città di Castello ) , Musée de Beaux-Arts ( Nantes ), Museé de Strasbourg, Atrio del Quirinale ( Roma ), Musei Capitolini ( Roma ), Piazza del Duomo ( Siracusa ), ExKea ( Stuttgart), Valle dei Templi ( Agrigento ).

Attivo nello sviluppo dell’arte sperimentale, nel 1995 ha fondato l’associazione Antitesi e dal 1995 al 1998 ha organizzato una serie di concerti e un festival ( Antitesi in musica ’95 / ’96 , Folk fuori ! ’97 , I ( n) terazioni ’98 , Inaudito ! ’99 ). Nel 1997 ha collaborato per dare alla luce l’etichetta Fringes.
Nel 2003 ha iniziato insieme ad altri musicisti l’etichetta Bowindo e ha fondato il collettivo nazionale iXem ( musica elettronica sperimentale italiana ). Ha ideato e curato le nove edizioni del Live!iXem festival di musica elettronica sperimentale e nuovi media dal 2004 al 2012. Dal 2005 conduce l’istituto di Biosonologia a Palermo da lui stesso fondato, un centro di ricerca e sviluppo dedicato alla interazione tra il suono e la risposta neuro-biofisiologica.

sito webyoutube

 


Top